pagina PON - Programma Operativo Nazionale del MIM

Architettura e ambiente

Caratterizzazione del percorso didattico ed organizzativo dell’indirizzo “Architettura e ambiente”

Per mantenere una reale continuità con la storia della specifica istituzione scolastica autonoma, l’indirizzo “Architettura e Ambiente” racchiude gli insegnamenti di architettura, di interni e territoriale.

All’atto dell’iscrizione al primo anno, le famiglie possono scegliere un indirizzo tra quelli attivati (attualmente Architettura e Ambiente, Arti figurative e Design). Nel corso del biennio, l’Istituzione scolastica orienta gli studenti alla scelta definitiva, prevista al terzo anno, con la frequenza di specifici laboratori che le classi, a rotazione, frequenteranno.

Il Laboratorio artistico di architettura, presente nel biennio iniziale, è propedeutico al Laboratorio di architettura e ambiente del successivo triennio.

Gli insegnamenti che verranno impartiti nel Laboratorio artistico di architettura e nel Laboratorio di architettura saranno improntati, dal punto di vista didattico, alla presenza di discipline progettuali architettoniche.

Architettura e ambiente - LI05

Quadro orario settimanale

(*) Discipline di indirizzo

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno:

  • conoscere gli elementi costitutivi dell’architettura a partire dagli aspetti funzionali, estetici e dalle logiche costruttive fondamentali;
  • avere acquisito una chiara metodologia progettuale applicata alle diverse fasi da sviluppare (dalle ipotesi iniziali al disegno esecutivo) e una appropriata conoscenza dei codici geometrici come metodo di rappresentazione;
  • conoscere la storia dell’architettura, con particolare riferimento all’architettura moderna e alle problematiche urbanistiche connesse, come fondamento della progettazione;
  • avere acquisito la consapevolezza della relazione esistente tra il progetto e il contesto storico, sociale, ambientale e la specificità del territorio nel quale si colloca;
  • acquisire la conoscenza e l’esperienza del rilievo e della restituzione grafica e tridimensionale degli elementi dell’architettura;
  • conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma.
  • saper usare le tecnologie informatiche in funzione della visualizzazione e della definizione grafico-tridimensionale del progetto.