pagina PON - Programma Operativo Nazionale del MIM

Erasmus+ Mobilità in Romania

Il team italiano è arrivato a Bucarest l’8 ottobre 2022 e gli studenti hanno incontrato i loro ospiti all’aeroporto dove sono venuti a prenderci.

Il 10 ottobre 2022 sono iniziate le attività scolastiche con la visita al Museo Nazionale “Dimitrie Gusti”, un museo etnografico all’aperto che illustra la vita tradizionale dei villaggi rumeni, una realtà poco comune in Sicilia. Dopo la visita, l’intero gruppo ha visitato il centro della città. Nel pomeriggio, abbiamo avuto l’apertura del progetto con l’introduzione dei partecipanti e successivamente la visita guidata della scuola, seguita dalla presentazione di ciascuna scuola partner.

L’11 ottobre 2022 il programma è iniziato presto. Mentre gli insegnanti partecipavano a una riunione di lavoro per discutere i dettagli relativi al progetto, gli studenti sono stati coinvolti in un’attività che li ha resi consapevoli dei problemi ambientali della nostra vita quotidiana, dove hanno avuto l’opportunità di discutere idee e mostrare cosa stava facendo e sviluppando ciascuna scuola partner in questo ambito. Gli studenti ospitanti hanno avuto una performance eccellente. Dopo questa attività, l’intero gruppo ha avuto l’opportunità di visitare il Museo di Storia Naturale di Bucarest, dove abbiamo potuto constatare l’importanza della conservazione di tutte le specie, in linea con il tema principale del progetto. Dopo questa visita, le tecnologie digitali sono state applicate durante l’attività per scoprire la città di Bucarest.

Il 12 ottobre 2022 il programma pianificato per la mattina includeva diverse attività diversificate. Mentre gli studenti creavano un sito web legato al tema del progetto, gli insegnanti partecipavano a tre momenti di classe diversi. Nella lezione di rumeno, gli insegnanti sono stati deliziati con una performance di danza e canto tradizionale rumeni e hanno imparato alcune parole come: elev=studente; cartea=libro; la revedere=addio; mulțumesc=grazie. Abbiamo anche assistito a una lezione di matematica, e alla fine gli insegnanti hanno avuto l’opportunità di applicare le conoscenze acquisite con lo strumento Kahoot. Successivamente abbiamo fatto esercizi durante una lezione di educazione fisica. Dopo il pranzo nella mensa scolastica, il gruppo si è diretto al Museo Nazionale Cotroceni, un palazzo imponente nel centro di Bucarest, che fu residenza di re, presidenti e persino un orfanotrofio durante il periodo comunista. Attualmente è il luogo di lavoro del Presidente della Repubblica di Romania.

Il 13 ottobre 2022 ci siamo svegliati presto, in quanto ci attendeva un lungo viaggio in Transilvania. Durante il viaggio, che è durato circa quattro ore, verso la nostra destinazione finale, il Castello di Bran, il famoso castello del Conte Dracula, siamo rimasti affascinati dai magnifici colori autunnali del Parco Naturale dei Bucegi, dove tutti gli studenti partner hanno piantato un albero. Mentre svolgevano questo compito, il sindaco di quel comune li ha sfidati a tornare in quel luogo cento anni dopo, per vedere l’evoluzione del loro lascito. In lontananza potevamo vedere il famoso castello, di proprietà del Principe Vlad, noto come “L’Impalatore”, un temuto governante dell’epoca che infliggeva punizioni ai suoi sudditi quando rubavano beni e materiali, ed è stato fonte di ispirazione per Abraham “Bram” Stoker, scrittore irlandese, poeta e autore di racconti, conosciuto in tutto il mondo per il suo romanzo gotico Dracula.

Il 14 ottobre 2022 al mattino tutti gli studenti coinvolti in questa mobilità hanno avuto l’opportunità di mostrare il lavoro svolto su Google Sites sul tema del progetto. Nel complesso, il messaggio delle attività è che il riciclo è un importante atto di coscienza! Se non cambiamo le nostre attitudini, le future generazioni pagheranno per i nostri errori e non abbiamo molto tempo. Dopo una breve pausa, le attività sono continuate con una cerimonia di chiusura, in cui diversi studenti hanno mostrato le loro abilità artistiche attraverso dimostrazioni di violino, pianoforte, chitarra e canto. Successivamente, sono stati consegnati certificati di partecipazione agli studenti e agli insegnanti partner, così come a tutti gli studenti rumeni coinvolti durante diverse settimane nella preparazione di questa mobilità.